Cambiare Lire in Euro: ancora possibile.

 

Come tutti sapete dal 01.01.2002 ha iniziato ad avere corso legale l’Euro e fino al 28.02.2002 Lire ed Euro hanno avuto entrambe valore legale. dal 01.03.2002 l’unica moneta ad avere corso legale è stato l’Euro mentre la Lira non ha più avuto corso legale.

Comunque, per non rendere drastico il cambiamento, sino al mese di Giugno 2002, Banca d’Italia, banche e uffici postali hanno continuato a cambiare le Lire in Euro. Vi sono moltissime possibilità che qualcuno abbia ancora disponibilità di Lire ed abbia la necessità o il desiderio di cambiarle in Euro. E’ bene sapere che è possibile cambiare le Lire in Euro per dieci anni dal termine del corso della validità legale della Lira. Magari nel 2002 lo sapevate e avete detto “C’ho 10 anni di tempo, vuoi che non ci riesca?” e poi magari lo avete dimenticato. Però dieci anni, purtroppo passano in fretta, e così ricordatevi che entro il 29.02.2012 dovete provvedere al cambio delle banconote e delle monete che sono fuori corso dal 28.02.2012.

Come si fa a cambiare monete e banconote da Lire in Euro? Basta Recarsi presso le filiali della Banca d’Italia, che si trovano in ogni capoluogo di Provincia. Ricordatevi quindi di effettuare il cambio entro il 29.02.2012.

Condividi questo post, se questo post ti è stato utile. Usa i pulsanti qui sotto e seleziona mi piace. Se vuoi conoscere i nuovi articoli sottoscrivi i miei feed.

160 commenti:

  1. Mi pare che il governo Monti con un intervento a dir poco "Golpista", abbia oggi già chiuso questa possibilità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. federcontribuenti avvia azione legale, c'è anche un gruppo su Facebook con info dettagliate (Ingiusta Prescrizione Lira).
      In tanti hanno gia scritto ad un pò di persone e siti (tipo IENE.IT)
      Fatelo anche voi

      Elimina
    2. Ank'io ho scritto ad un pò di persone...ma nessuno risponde!!! Ho anke cercato il gruppo su facebook...ma nn l'ho trovato...datemi dei suggerimenti su quello ke dobbiamo fare! In ke direzione muoverci, xkè tt ciò è una vera e propria ingiustiza!!!!!!!!!!

      Elimina
    3. ennesima truffa all'italiana!!!!! e come si sono guardati bene dal fare pubblicita' a questo cambiamento PREVENTIVO di data!!!!! e' una vergogna, quante persone, soprattutto anziane, hanno ancora delle vecchie lire che farebbe comodo cambiare in euro, poi ci si stupisce se il paese e' allo sfacelo...... pero'le nuove tasse te lo dicono ben prima che entreranno in vigore . spero che qualche associazione, federazione, accorpamento riesca davvero a ribaltare questa decisione del governo perche' NON PUO' E NON DEVE sempre prendersela in quel posto il povero cittadino mentre altri se la ridono; ci sono ancora un sacco di lire in giro e se il termine previsto era il 29 02 2012 DEVE ESSERE quello perche' io non mi sveglio una mattina decidendo che da oggi non pago piu'le tasse!!!!!!!!!

      Elimina
    4. anch'io ho perso quello che era il mio diritto di cambiare circa 300 mila lire con circa 150 euro. Da un Governo di persone serie come sembra essere il Governo Monti, non era immaginabile l'emanazione di una legge che non ha alcuna ratio se non quella di racimolare ovunque si possa ma sempre a chi già paga o detiene legalmente qualche legittimo risparmio. Poco invece fa purtroppo questo Governo per costringere a pagare: gli evasori, chi è "sconosciuto al fisco" (che sembra una barzelletta stante il gran numero di funzionari ed impegati pubblici che siamo costretti a mantenere). Anch'io, che sono un ex dipendente pubblico, mi sono scocciato da fare la parte del fesso........

      Elimina
  2. Sono incazzato nero....mi hanno inculato 1549 euro.....avevo tre milioni in lire!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io sono incazzato nero !! è una ingiustizia ! si potevano cambiare sino al 28.2.2012 ! E' un " golpe ".
      chiodog@live.it

      Elimina
  3. ma può monti emanare una legge di questo genere?non ha lasciato nemmeno il tempo allla gente di informarsi per poter correre in banca a cambiare.io ho già chiesto a federconsumatori se posso fare ricorso anche perchè il termine che è sempre stato detto è il 28/02/2012.

    RispondiElimina
  4. e MOLTO INGIUSTO questo decreto...praticamente così (mi) ci hanno fregato i soldi che potevamo cambiare a febbraio... cosa possiamo fare noi poveri ingenui??

    RispondiElimina
  5. Secondo me in questo tipo di manovra c'è una evidente violazione di una norma di diritto,infatti tu stato non puoi i cambiare termini di prescrizione già fissati al 29/2/2012 per il cambio ultimo della lira in euro, senza lasciare un termine di tempo sia pure piccolo per far sì che la gente possa adeguarsi. A questo proposito mi vorrei ricollegare a quanto è stato fatto per i conti dormienti. Penso che ci siano gli estremi per l'incostituzionalità della norma. Sono disponibile per un'azione legale collettiva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono disponibile anch'io...c'è qualcuno che si sta muovendo in tal senso?

      Elimina
    2. anke io sono disponibile ...a chi bisogna rivolgersi?

      Elimina
    3. Mi aggiungo anche io, Anche se avevo tenuto le lire per tenerle x collezione ma poco tempo fa ho ritrovato il taglio da 500.000 e non vorrei perderlo cosi.

      Elimina
    4. pazzesco!!!...spero proprio che si possa fare qualche cosa, io ho un bel pò di lire!!Lo stato ha agito da delinquenti!!! Giorgio I.

      Elimina
    5. Ma non si può fare niente?? Ho trovato delle lire oggi... Se qualcuno ha delle soluzioni ci dica!!!

      Elimina
    6. federcontribuenti avvia azione legale, c'è anche un gruppo su Facebook con info dettagliate (Ingiusta Prescrizione Lira).
      In tanti hanno gia scritto ad un pò di persone e siti (tipo IENE.IT)
      Fatelo anche voi

      Elimina
    7. Anche io sono disponibile. Ho anche diversi contatti in ambito legale-politico. christian.parmisan@gmail.com

      Elimina
    8. sono con Voi!
      troviamo un'associazione di consumatori che indicano un'azione legale, un'azione collettiva

      Elimina
    9. Vergognoso...chi ha le lire sono quei poveri. ...poco nformati che risparmiano...come mia suocera che si è rittovata un milione ....se li era conservati per il funerale.....adesso li ha cacciati fuori.....li vuole cambiare ma non è possibile.....ha 90 anni......non le dico niente e le do io 500 euro..stato di merda....forte con i deboli!!!!!!!!!!e cacasotto con i forti

      Elimina
  6. pienamente d'accordo con quanto da voi affermato. però avrei una curiosità: come mai avevate ancora delle lire dopo così tanto tempo?

    RispondiElimina
  7. Vorrei rispondere alla curiosità di questo anonimo. Forse è un reato tenere le lire fino alla naturale scadenza??? L'abuso è dello Stato non mantenere i patti. Se tu fissi una scadenza non puoi cambiarla senza un preavviso..... mi sembra.

    RispondiElimina
  8. Molti di noi hanno ancora delle banconote o monete in lire perchè indicesi su un eventuale valore numismatico: e quindi non avendo avuto tempo di approfondire le ricerche, nell'indecisione, le aveva conservate senza cambiarle.

    Non mi sembra una mancanza.....; il golpe è di Monti.

    E un pò come se alla prossime elezioni, chiudessero le porte alle 20,30 anzichè alle 22,00 (come scritto nelle avvertenze prelettorali)

    C'è sola una cosa da dire : VERGOGNA

    Purtroppo il risultato di questi 18 anni dal 1993 in Italia è che:
    Falcone e Borsellino sono morti invano

    RispondiElimina
  9. caro anonimo delle 01.06: ma che cavolo di risposta mi hai dato? la mia era una semplice curiosità, punto e basta. non ho mica detto che sia un reato tenersi i soldi o che quelli che lo hanno fatto sono degli stupidi! o peggio ancora che sono d'accordo con monti. tra l'altro l'unico motivo che riesco a trovare per anticipare la scadenza è proprio quello di fregare la gente, incamerando automaticamente tutti quei soldi che ancora non erano stati cambiati.
    ringrazio invece l'anonimo delle 12.41 per la risposta sensata.

    RispondiElimina
  10. io stamane ho trovato una somma di 3milioni da come ho letto nn si possono piu cambiare.domani kiamo alla banca :(

    RispondiElimina
  11. Ho trovato un bell'articolo di protesta e difesa sul sito dei federcontribuenti riguardo alla prescrizione anticipata delle lire.Dovremmo scrivergli o contattarli tutti quanti per cercare di avere giustizia.Anch'io sono una delle grandi fregate! e-mail info@federcontribuenti.it

    RispondiElimina
  12. io avevo ancora una collezione di 2000 monete da 200 lire che provvedero' ad infilare a monti nel culo una ad una...

    RispondiElimina
  13. ragazzi raccogliamo i nostri indirizzi email, mettiamo ci in contatto e facciamo un' azione collettiva. questo e' il mio: luca.martinelli@fastwebnet.it

    RispondiElimina
  14. quello che hanno fatto è palesemente INCOSTITUZIONALE; possibile che le varie associazioni consumatori con i loro agguerriti avvocati non siano già entrate in azione contro questa patente ingiustizia? inoltre: ci fanno sapere che l' entrata in vigore è con decorrenza immediata, ma non devono trascorrere i canonici 15 giorni dal momento della pubblicazione sulla gazzetta ufficiale per essere attivo il decreto?

    RispondiElimina
  15. Ho ricevuto da mio zio un regalo per averlo accudito in questi anni, sapete di cosa si tratta il regaolo la bella cifra di lire 70.000.000. Me l'ha regalata i primi di dicembre e avevo intenzione di recarmi prima di natale a cambiarla alla Banca d'Italia. IMMAGINATE COME CI SENTIAMO IO E MIO ZIO di questa grande RAPINA fatta dal salvatore della Patria Mario Monti. Posso dire solo una parola... V E R G O G N A...LADRI!!!!
    Si può fare qualcosa????

    RispondiElimina
  16. Io avevo messo da parte una piccola somma di lire per le emergenze e avevo l'intenzione di cambiarle prima della fine dell'anno per dare questa somma a mia figlia che in gennaio si reca all'estero per motivi di studio. Il giorno 6 dicembre ho controllato sul sito della Banca d'Italia ed era tutto regolare, nemmeno un cenno alla possibilità di prescrizione anticipata! Mi hanno rubato dalle mani i miei risparmi!

    RispondiElimina
  17. Non riesco a credere che si possa "fregare" così la legge e che non ci sia più rimedio a questa decisione del sig. Monti.

    RispondiElimina
  18. Anch'io avevo da parte un pò di lire e quando ho telefonato lunedì alla Banca D'Italia e mi è stato detto che non è più possibile cambiarle mi sono quasi sentita male! Colpa mia che ho aspettato troppo a cambiarle ma tutti noi sapevamo di aver tempo fino a febbraio 2012. Non possiamo metterci tutti noi "fregati" d'accordo e cercare di far qualcosa? Sono 4 giorni che ho l'ansia e non riesco a digerire la cosa..

    RispondiElimina
  19. Mia mamma aveva in casa 750.000 che mie ero già fatto dare per andare a cambiarle entro febbraio.
    Visto che dovevo andare in Banca di Italia, avrei utilizzato le vacanze natalizie per non perder giorni di lavoro.
    Quando ho sentito la notizia al telegiornale domenica 5 mi sono sentito male.
    Lunedi mattina alle 8.15 mi sono precipitato a Milano alla banca di italia e mi è stato detto candidamente. "Apprendiamo in questo momento che da oggi non è più possibile cambiare le lire in Euro" e si sono rifiutati di cambiarle pur essendo il 6 di dicembre e la gazzetta ufficiale non era ancora uscita.
    Non è tanto per le 350 e passa euro, che comunque avrebbero fatto molto comodo a mia mamma che prende la pensione da 800 euro e che dovra pagare l'ICI, ma la sensazione di essere stati derubati dalla stato che doveva garantire l'"equita e giustizia".
    Il quale senza dare comunicazione ti frega i soldi in tasca, agendo in maniera scorretta nella speranza che i poveri "imbecilli" non si accorgano di avere i soldi a casa oppure siano talmente pochi da non fare casino.
    Se qualchuno conosce qualche associazione per denuncie al TAR sull'incostituzionalità della cosa sono disponibile: llorenz@tiscali.it

    RispondiElimina
  20. ribadisco: indichiamo gli indirizzi email e sentiamoci in privato in modo da fare una segnalazione di gruppo: luca.martinelli@fastwebnet.it

    RispondiElimina
  21. Mi chiedo com’è possibile che un decreto-legge, in questo caso il n. 201 del 6.12.2011, art.26, prevalga sulla legge ordinaria adottata dal Parlamento (legge 289/2002 ovvero legge finanziaria 2003, art. 87)?
    Il decreto-legge perde i suoi effetti se entro 60 giorni non viene convertito in legge dal Parlamento. Pertanto le nostre proteste dovrebbero essere indirizzate sia al senato che alla camera perché saranno i senatori e i deputati a decidere sulle sorti dei nostri risparmi.
    Vorrei sapere se nella storia della Repubblica vi è mai stato un caso simile. Com’è possibile che lo Stato si impossessi in maniera così subdola dei risparmi dei cittadini?

    RispondiElimina
  22. Anch'io posseggo oltre tre milioni di lire che non posso più convertire in euro. A mio modesto parere (sono un avvocato) il decreto legge non può stravolgere una legge precedentemente approvata dal Parlamento. L'estinzione anticipata della lira è quindi palesemente incostituzionale. Bisogna solo vedere se, in questa repubblica delle banane, l'eventuale ricorso dell'unione consumatori potrà avere seguito. Sono comunque disponibile ad unirmi ad altri cittadini truffati dal sig. Monti, nuovo salvatore della patria. Contattatemi al tel.3478458960-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. egr. avvocato anch'io ho circa un milione di vecchie lire se pensa di fare un ricorso sono dei vostri lascio la mia e mail rinomar77@alice.it

      Elimina
  23. egr avvocato ci dia la sua mail cosi ci teniamo in contatto. luca.martinelli@fastwebnet.it

    RispondiElimina
  24. luciano.buono@hotmail.it

    RispondiElimina
  25. Io avevo pensato di contattare Striscia la Notizia tanto per alzare un pò il polverone sulla situazione, dato che mi sembra che i media non ne abbiano parlato.. Voi che cosa ne pensate?
    Cmq anch'io sono dei vostri per cercare di far qualcosa.
    virginiacaroti@teletu.it

    RispondiElimina
  26. Anche mio padre è stato truffato. Possiede circa tre milioni di vecchie lire che adesso valgono quanto la carta igienica. Visto che non ha dimestichezza con i computer e tantomeno possiede una mail, lascio la mia nel caso si possa fare qualcosa contro questo furto.
    stefanobarachini@gmail.com

    RispondiElimina
  27. Quoto tutti i commenti prima del mio. Vediamo se si riesce a venir fuori da questa palese violazione dei diritti del cittadino, nonché truffa. is0lyn@hotmail.com

    RispondiElimina
  28. Anche mia madre è stata truffata. Possiede circa 2.000.000 di vecchie ed ormai inutili lire ! Vergogna Stato ladro! Lascio la mia mail Nel caso si possa fare qualcosa gigilu82@yahoo.it

    RispondiElimina
  29. Io ho scritto una e-mail ad "sos gabibbo" sul sito di Striscia la Notizia; se lo facciamo tutti vedono che la cosa riguarda molti cittadini forse fanno un servizio..magari non servirà a niente ma almeno proviamoci!
    Io rivoglio ciò che ingiustamente mi è stato tolto..sono i miei risparmi!!

    RispondiElimina
  30. Mi associo a quanto scritto finora, personalmente sono senza parole per questa truffa istituzionale. Lascio il mio indirizzo, sperando che si possa fare qualcosa: tiziana_lepore@yahoo.it

    RispondiElimina
  31. Qualcosa si muove, grazie anche alle pressioni dei cittadini: http://www.federcontribuenti.it/news/1438-depositato-ricorso-alla-corte-costituzionale-contro-lo-stop-sulla-conversione-lire--euro.html

    RispondiElimina
  32. se dovessi scrivere cosa provo in questo momento non troverei una certa eleganza nel linguaggio da utilizzare.
    è inutile sottolineare che anch'io possiedo delle monete in Lire ma non le ho mai cambiate perchè ho da sempre creduto che, prima o poi, per come gestito inizialmente l'EURO sarebbe stato la rovina nostra e di tutta l'Europa. La moneta unica, ma non fatemi ridere.
    A mister Monti: spiegami in parole povere i vantaggi di anticipare il cambio di due mesi prima della effettiva scadenza?
    geggiolino@tiscali.it

    RispondiElimina
  33. Io ho scritto ad alcuni partiti politici di sinistra, dicendo che Monti mi ha sfilato di tasca circa 500€ (ho circa 1.000.000 di Lire, gloriosa moneta che ha portato progresso e felicità) che avevo programmato di cambiare per la fine dell'anno e anche per questo li avevo pregati di sfiduciarlo (non solo per questo, ovviamente).
    Ma secondo me, ne ero convintissimo!!! se ne sono fregati.A disposizione per qualsiasi iniziativa. berardino.rosito@libero.i

    RispondiElimina
  34. Anch'io grande collezionista di lire!
    Lascio la mia email per qualunque azione e/o informazione riguardo questa carognata...
    kirkinn@gmail.com

    RispondiElimina
  35. A CHE ORA E' STATO PUBBLICATO IL DECRETO N. 201/2011 NELLA GAZZETTA UFFICIALE DEL 6 DICEMBRE 2011?

    RispondiElimina
  36. anch'io ho 600.000 lire e credo che qualcosa si potrà fare sopratutto se si uniscono le forze....... vincapezz@libero.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capita di dimentikare non perke' sono soldi si deve dare la priorita assoluta!purtroppo akkade ma nessuno ti crede questo mi fa girare hi coglioni pur essendo donna!

      Elimina
  37. anche io sono disponibile a partecipare ad un'azione legale contro il decreto magari con una class action possiamo fare qualche cosa di più. Tra l'altro sono un commerciante che ha un negozio di collezionismo e trattando anche monete potete capire come e quanto sono rimasto scioccato dalla cosa. Si potrebbe contattare anche tutto il comparto dei commercianti del settore per fare più numeri che si uniscono ad un eventuale azione legale. Ho un carissimo amico avvocato che si è già occupato di class action (contro feroovie, grandi società ecc.) e mi ha dato il suo appoggio per qualsiasi cosa volessi fare ma da solo posso fare ben poco. Uniamoci tutti per far valere i nostri diritti. Alla fine non mi interessa tanto la storia dei soldi, anche perchè dovessi rientrare di quelli che ho li darei in beneficenza, ma come è stata fatta ed eseguita la cosa. Vi lascio il mio indirizzo per qualsiasi cosa vogliate fare sono sempre disponibile e appoggerò l'eventuale azione da intraprendere .....insieme. Un abbraccio a tutti
    giampiero
    info@collezionando.it
    Firenze

    RispondiElimina
  38. P.s.: intanto ho inviato una email all'indirizzo della federconsumatori che ha depositato un ricorso alla corte costituzionale contro lo stop al conversione lira-euro

    www.federcontribuenti.it/news/1438-depositato-ricorso-alla-corte-costituzionale-contro-lo-stop-sulla-conversione-lire--euro.html

    giampiero
    firenze
    palazzo@cosmos.it

    RispondiElimina
  39. Anche io ho ancora diverse lire da cambiare. Quello che hanno fatto si può definite solo truffa e ladrocinio, poi senza nessun preavviso...non ci sono parole!!!
    Sono a disposizione per qualsiasi azione vogliamo intraprendere per riavere quanto ci hanno rubato....saetta2006@libero.it

    RispondiElimina
  40. anch'io ho una cifra consistente 6-700.000 lire e credo che qualcosa si può fare (ricorso al TAR prima della definitiva conversione del decreto ad audivandum attraverso una associazione di consumatori)uniamo le forze robby.p1@virgilio.it

    RispondiElimina
  41. Proviamo anche a scrivere tutti a Striscia la Notizia, sò che non potranno far niente, ma almeno per far sapere la cosa a tutti i cittadini Italiani truffati, perchè sono sicura che sono in tanti ad avere ancora le lire in casa e che aspettano inconsapevoli Febbraio per cambiarli..!

    RispondiElimina
  42. MA poi quale quale guadagno un provvedimento del genere porterà alle casse dello Stato ? Un provvedimento ingiustificato .

    RispondiElimina
  43. Anchi'io conservo valuta in lire, circa 3 milioni, l'iniziativa più concreta, avverso l'ingiusto provvedimento di prescrizione anticipata, ritengo sia quella di FEDERCONSUMATORI.Il mio indirizzo di posta elettronica è: POSTA314@TISCALI.IT, domani contatterò federconsumatori, fatelo anche voi, inviate mail anche a striscia la notizia, alle testate giornalistiche, e sul sito della camera, direttamente ai deputati, credo siamo in tanti, soltanto su questo forum ho raccolto circa 20 indirizzi in poche ore.
    Bisogna fare presto, prima che la manopvra venga definitivamente approvata, riprendiamoci i nostri risparmi!
    frattanto, sto preparando una pagina facebook che si chiamerà INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA, cercatela, uniamo le forze contro questa prepotenza!!
    ...e non perdiamoci di vista...
    a prestissimo.

    RispondiElimina
  44. ERRATA CORRIGE: FEDERCONTIBUENTI AL POSTO DI FEDERCONSUMATORI.

    RispondiElimina
  45. Anche io, recentemente, rovistando in vecchi scatoloni, mi sono ritrovata con circa un milione di lire, mi sono informata sulla scadenza ultima ..... e poi è arrivata la notizia assurda!!! Assurda perchè è stata quasi "sussurrata" ma senz'altro IMMEDIATA!!
    il mio indirizzo è: marymary50@tiscali.it

    RispondiElimina
  46. Cercate in facebook il gruppo INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA ed iscrivetevi.
    Occorre organizzarsi e raccogliere le idee al più presto, non perdiamoci di vista !!!

    RispondiElimina
  47. Penso che a tutti noi si debbano aggiungere migliaia, forse milioni di persone in Italia che ancora non sanno nulla e pensano di poter convertire lire in euro nell'ultimo bimestre, ossia gennaio - febbraio. Se si tratta di incostituzionalità del disegno di legge in questione bisogna agire subito perchè mi pare un escamotage per congelare miliardi di euro fino alla scadenza fissata del 29 febbraio.

    RispondiElimina
  48. Credo anch’io che ci sono tantissimi cittadini ignari di essere stati ingiustamente privati dei loro risparmi. Dovremmo unire le forze per dare più voce alla nostra indignazione! a.slavec@libero.it

    RispondiElimina
  49. cercate in facebook il gruppo INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA ed iscrivetevi.
    Occorre organizzarsi e raccogliere le idee al più presto, non perdiamoci di vista !!

    RispondiElimina
  50. sono convinto che sboccheremo questa falsa e ingiustificata fregatura. come voi ho anche io circa due milioni di lire che aspettavo a cambiare.
    cerchiamo di farci rispettare!!!!!!!!

    RispondiElimina
  51. Concordo con voi pienamente.Che si tratti di 1000 lire o 100 milioni di lire, se il termine era fissato da 10 anni al febbraio 2012,tale deve restare. Io vorrei dire al signor Monti e al suo governo tecnico che forse la gente si riduce all'ultimo momento perchè la filiale della banca d'Italia non la tiene sotto casa, e ogni santo giorno, questa gente che si è "ridotta" all'ultimo momento si va a fare un culo grande quanto lo stipendio che si intascano parlamentari e gentaglia affiliata per sopravvivere..magari questa gente ha pianificato di provvedere al cambio durante il periodo di natale..perchè, mentre le povere bestie politiche vanno a sciare o vanno ai Caraibi, la gente normale prende fiato e vede che deve fare.
    Una sola parola: VERGOGNA!
    Sapete che penso? Che le banche non hanno liquidità, perciò hanno bloccato il cambio.
    lascio il mio contatto. Partecipo ad azioni legali:
    fmarulli@gmail.com

    RispondiElimina
  52. Fate come me, chiamate il numero 800055077 "sos gabibbo" di Striscia la Notizia, se vedono che siamo in molti magari decidono di mandare un servizio in merito.. prima si fa e meglio è..

    RispondiElimina
  53. Propongo un'azione legale contro il Governo perché questa e' una appropriazione indebita. Io ero sceso direttamente dalla Francia e il 9 non mi hanno permesso il cambio. Ho inoltrato presso un Commissariato di polizia una denuncia contro lo Stato per approprio indebito di denaro privato. Spero che tutti vuoi fate lo stesso e cerchiamo che con un decreto a gennaio del CDM si possono ristabilire i termini di legge

    RispondiElimina
  54. anche io avevo 3milioni di lire da cambiare prima di natale ,cozi volevo farli un bel regale a mio figlio , pero non ho fatto in tempo io sono pronto a qualsia si azione contro questi ladri maledeti.in tanto faro come Virginia chiamo sos gabibbo"di striscia notizia,forza non perdiamoci di vista che potremo vincere.buon natale a tutti voi .

    RispondiElimina
  55. Concordo appieno con fmarulli. Anch'io aspettavo questi giorni per gli ultimi nostalgici cambi. Sapevo di poterlo fare....

    RispondiElimina
  56. CHE MASCALZONATA. MARIO MONTI HA RUBATO 1300 EURO AI MIEI FIGLI. ERANO REGALI PER LA LORO NASCITA E LORO COMPLEANNI CHE CON MIA MOGLIE AVEVAMO DECISO DI TENERE DA CONTO. E PENSARE CHE QUALCHE GIORNO FA HO NEGATO UN NOTEBOOK AD UNO DI LORO. VERGOGNA. SE POTESSI PRENDEREI QUEI 2.600.000 LIRE E GLIELI SBATTEREI IN FACCIA.

    RispondiElimina
  57. Salve mi aggiungo anche io accidenti chiamerò gabibbo su facebook ho scritto all'amministratore del gruppo mi sn fatta invitare grazie io nn riesco ad iscrivermi

    RispondiElimina
  58. Pure io ho un milione di lire accantonato come riserva!!! Scrivetemi se avete notizie!!! riky.pagot@libero.it

    RispondiElimina
  59. Che vergogna!..l'ho appena saputo..pensano di risanare il debito pubblico con i soldi della gente che aveva conservato 2 lire come forma di risparmio..soldi che è riuscita a risparmiare grazie ai tempi d'oro dell'Italia..complimenti al pofessor MONTI e al suo governo di "geni"!

    RispondiElimina
  60. doratp@libero.it23 dicembre 2011 02:31

    Anch'io sono stata fregata dalla furbata di questo illustre governo ladro. Sono giorni che sto male e vorrei svegliarmi da questo incubo. Grazie Monti e compagni di merende per averci fatto questo bel regalo di Natale

    RispondiElimina
  61. ciao
    mi associo alle voci di protesta. seguiro' sul sito di federcontribuenti gli sviluppi
    mauro, cremona

    RispondiElimina
  62. Anche io sono fra coloro che, ben avendo presente la data del 28 febbraio 2012, per motivi personali non avevo ancora provveduto alla conversione in euro.
    L'attuale governo presentatosi con il volto di brave e volonterose persone, ha compiuto un autentico e vergognoso colpo di mano. Come definire se non in questo modo il minimo lasso di tempo concesso per l'anticipata scadenza. Per colpire chi? Piccoli risparmiatori, molti dei quali anziani.
    Mi conforta vedere che ogni giorno il numero dei "fregati" aumenta: ma, se non riusciamo a riunire le forze a poco sarà servito.
    Per parte mia, ho scritto al giornale della mia città e interpellato associazioni dei consumatorio ma ricevendo vaghe promesse.
    Sarebbe opportuno che persone o enti competenti prendessero a cuore le nostre istanze raccogliendo le adesioni di tutti e promuovendo le opportune azioni che ancora è possibile mettere in atto.

    RispondiElimina
  63. Appena eseguita la conta delle Lire che mi erano rimaste in fondo all'armadio (regali per varie ricorrenza)... Anzi, non l'ho eseguita fino in fondo: ad un certo punto mi sono fermata (blocco allo stomaco): più andavo avanti, più non mi capacitavo... Indubbiamente dove invece non bisogna fermarsi è nella ricerca del giusto rispetto del diritto di credito dei cittadini verso lo Stato... Mi unisco alle Vs. considerazioni, una per una.

    RispondiElimina
  64. Anche io ho 900.000 lire che pensavo di poter cambiare in questi giorni , se ci sono sviluppi fatemi sapere !! Vi ringrazio
    marzok81@yahoo.it

    RispondiElimina
  65. Io sono stato derubato dallo stato italiano di una cifra prossima ai 17 milioni di vecchie lire (mi tremano ancora le gambe al pensiero...), soldi che ero riuscito a mettere da parte nei primi due anni di lavoro, vivendo ancora in famiglia, e che era mia intenzione utilizzare quest'altr'anno per coprire le spese per il matrimonio... Ringrazio monti e gli altri ladri parassiti del governo per il Natale che ci hanno regalato...

    RispondiElimina
  66. d accordissimo..io ho i soldi della mia nonna che non sono riuscita a cambiare. :) e non ho il coraggio di dirglielo..
    Ora scrivo a striscia la notizia. chissa' dopo mille mail mandino un servizio!!
    In ogni caso, c'e' gia qualcuno che ha iniziato un'azione legale collettiva?
    vi lascio il mio indirizzo r-gabry@hotmail.it

    RispondiElimina
  67. Mi chiedo come si possa ancora avere fiducia nelle istituzioni dopo la manovra monti che invece di risanare i mali della società italiana creando posti di lavoro, combattendo l'evasione fiscale e tassando i grandi patrimoni, sceglie la via più breve e facile cioè quella di "derubare" i risparmi delle categorie più deboli (lavoratori onesti e persone anziane)...è evidente che siamo in una dittatura non dichiarata che emette provvedimenti che vanno in vigore dalla sera alla mattina, non degni di un Paese civile e democratico...
    Sono stata truffata anch'io, come tanti altri italiani, di una non modesta cifra di 6 milioni di lire che per situazioni serie e di grave sofferenza (non sono tenuta a raccontarli all'egregio prof.monti)non mi è stato possibile, finora, convertire in euro...
    Confido, nonostante tutto, ancora, nella giustizia e faccio appello a chi può avere voce in capitolo affinchè questa battaglia venga vinta...sperando che possiamo recuperare i nostri soldi "rubati" illecitamente e in modo subdolo...

    RispondiElimina
  68. Io ho riscontrato il vostro stesso problema e sono incazzatissimo. UNIAMOCI E AGIAMO

    Il mio indirizzo è: sgaruccio87@libero.it

    RispondiElimina
  69. Mia mammma aveva in Lire tutta la liquidazione( dei suoi trent'anni di lavoro).Purtroppo si e' ammalata di mente e ha tenuto nascosto a tutti in famiglia l'esistenza di queste banconote.Ora io ho un notevole bisogno di questi soldi .Chiedo AIUTO.... Per favore AIUTATEMI :: Lascio il mio indirizzo .rosafilosa78@virgilio.it

    RispondiElimina
  70. Ritorno sull'argomento già affrontato e mi permetto di consigliare a tutti i "truffati" di inoltrare, come prima mossa e senza alcun indugio, una raccomandata alla più vicina sede della Banca d'Italia: in essa bisogna rappresentare il proprio problema, specificare che ci si è recati presso lo sportello e si è ricevuto un rifiuto a convertire le lire in euro nonchè indicare l'importo esatto della somma, possibilmente con dettaglio dei tagli di banconote ed eventuale seriale. Servirà almeno ad interrompere il termine prescrizionale del 28 Febbraio 2012 fissato dall'art.87 L.27/12.02 n°289 e costituirà in mora la stessa Banca.

    RispondiElimina
  71. Il cambio Lira/Euro è stato bloccato alla data 8 Dicembre 2011, su DL del governo Monti. Me lo hanno detto ieri alla sede della Banca d'Italia di Via XX Settembre, qui a Roma, ove mi ero recato fiducioso con 1.400.000 Lire, sapendo che c'era tempo almeno fino alla fine del 2011. Monti sarà pure una brava persona e desideroso di fare il bene del Paese, però questa PORCHERIA poteva pure risparmiarsela; di sicuro i RICCHI non hanno Lire nel loro salvadanaio o sotto il materasso, così si colpisce la gente normale, quella che fatica anche a tirare avanti e che magari ( come nel mio caso ) ha trovato delle vecchie Lire abbandonate in un cassetto. Non è possibile all'improvviso CAMBIARE LE REGOLE, senza un minimo di preavviso. Ma non era una regola CE, quella dei 10 anni? E se scrivessimo tutti a Monti o a Barroso ( Presidente CE ), facendo presente il SOPRUSO?
    Saluti
    Pino da Roma

    RispondiElimina
  72. Dopo aver mandato il mio commento a questo sito, ho scritto al presidente Barroso ( Comunità Europea ), chiedendogli di intervenire. Dubito che serva a qualcosa, ma almeno gliel'ho fatto sapere. Forse bisognerebbe contattare qualcuno dei nostri politici più "frizzanti", tipo....?

    Pino da Roma

    RispondiElimina
  73. Salve a tutti, anch'io mi trovo nella vostra situazione. Purtroppo abbiamo scoperto di alcuni risparmi in lire solo dopo la morte di mio padre andando a frugare tra le sue carte avvenuta in novembre 2011 e tra l'altro, anche con gravi difficoltà visto che abitiamo a l'aquila e che a causa del terremoto e della non agibilita delle case la documentazione è sparsa a destra e a manca.L'aver trovato queste lire ci aveva reso felici visto che sarebbero andati a mia madre che percepisce una modestissima pensione di reversibilità.Avevo chiesto in posta e mi avevano informato che era possibile cambiare le lire entro febbraio 2012 ed ero deciso di andare alla badnca d italia domani 29 dicembre e quindi stavo cercando su internet l'eventuale modulistica da compilare per il cambio e con amara sorpresa ho scoperto quanto voi avete gia commentato più volte ed anch'io mi sono sentito e mi sento derubato.Ci abbiamo già rimesso tanto con il cambio lira-euro ma doverci rimettere ancora milioni di lire è insopportabile e oltremodo umiliante sopratutto di mia madre che come ho detto prima percepisce meno di 500 euro al mese di pensione di reversibilità. E' vergognoso che non sia stata data notizia in merito ne prima me durante ne dopo l'approvazione di questo decreto e spero che si possa intevenire in qualche modo a tutelare noi poveri cittadini. sono disponibile a partecipare a qualsiasi iniziativa e provvederò anche a telefonare a sos gabibbo nella speranza che possa essere messa in evidenza questo furto legalizzato. per contatti francesco.dodi@libero.it

    RispondiElimina
  74. A pensare male a volte si indovina. Non è che il ministro Monti abbia stimato quanti soldi c'erano ancora in circolazione e con una manovra abbia pensato che anche questi soldi gli potevano servire per salvare la nostra amata Italia? sono senza parole!!!!

    RispondiElimina
  75. Certo..è andata proprio così! Io oggi richiamo sos gabibbo..facciamolo tutti almeno abbiamo qualche speranza che ne parlino!

    RispondiElimina
  76. Io stimo fondamentalmente Monti, ma lo trovo freddo solo apparentemente; anzi da certeappena percettibili stizzose e magari giustificate reazioni mi sembra molto suscettibile.Questo decreto, oltre all'indubbio calcolo, mi ha il sapore della piccola vendetta del severo professore verso lo studente sfaticato...Comunque bisogna assolutamente agire sul piano del diritto e su quello politico

    RispondiElimina
  77. sono daccordo con tutti voi..proviamo ad unirci non si sà mai che qualcuno ci aiuti..l unione fà la forza speriamo che qualcuno ci aiuti..che voglia di spaccargli il muso!!!!!...se viene dalle mie parti gli sputo sul muso..sono incazzato nero!!!!!

    RispondiElimina
  78. Sono stata trattata come un "pellaio" quando mi sono presentata con le mie lire alla Banca D'Italia, questa mattina!Seguirò sviluppi su questo sito! Ci vuole un GRANDE CORAGGIO PER NON INIZIARE UNA RIVOLTA POPOLARE CONTRO QUESTI SIGNORI, TUTTI! NON DOVREMMO AVERE UNA CASUCCIA, MACCHINUCCIA,VITUCCIA CHE CI FRENA DAL CREARE ..DISORDINE! MA POSSIAMO UNIRCI..CHI PUÒ ESSERE L'UOMO CHE CI GUIDA?

    RispondiElimina
  79. CHE CI GUIDA NEL TOGLIERE AI RICCHI PER DARE AL POPOLO MEDIO E POVERO E ALLORA....L' UOMO(IL POLITICO) ATTACCATO AL CARRO DA UN' ABITANTE DELLA VIA LATTEA SI RICORDERÀ, QUANDO ERA SOLITO FARLO LUI ALLA MUCCA(NOI) MANGIANDOGLI PURE LA BISTECCHINA E CHIEDERÀ SCUSA, IN RITARDO!!!!

    RispondiElimina
  80. SOLO ORA VENGO A CONOSCENZA DELLA COSA CHE CREDO NEANCHE IN TEMPO DI GUERRA FU MAI PENSATA DA NESSUNO ! ... SONO D'ACCORDO CON EVENTUALI INIZIATIVE DI TUTELA ...
    marco_big2@yahoo.it

    RispondiElimina
  81. io francamente non capisco quale sia il vantaggio per lo stato a non cambiare le lire in euro.
    Le lire che diamo allo stato valgono quanto gli euro che ci da in cambio, mica le butta via: le converte a sua volta in euro.

    RispondiElimina
  82. siamo tutti d'accordo però manca qualcuno competente e autorevole che ci coordini per intraprendere qualsiasi azione di protesta, neanche i giornali e la TV ne hanno fatto parola. Speriamo proprio che dalle parole si passi ai fatti.

    RispondiElimina
  83. Sarebbe interessante capire perché nessun organo di partito rappresentato in Parlamento durante l'analisi della manovra abbia sollevato dubbi sulla "costituzionalità" o quantomeno sulla correttezza operativa dell'articolo 26...
    Sarebbe inoltre importante capire perché gli organi di stampa non abbiano dato notizia dell'articolo per tempo... Forse perché consentiva all'erario di incamerare un miliardo di euro?
    Perché gli organi di controllo non hanno sollevato obiezioni?

    RispondiElimina
  84. Penso che nessuno ne abbia parlato o perchè disinformati o perchè forse la cosa non era proprio "onesta".. Cmq sembra che sull'argomento si sia calata l'omertà..

    RispondiElimina
  85. Trovo insopportabile il fatto di essere venuto a sapere in ritardo che la data del 29.02.2012 è stata anticipata senza darne ampio risalto sui giornali o con qualche spot. Una data fissata per legge dallo Stato Italiano viene anticipata da un decreto in un lampo e puff..
    E se voleva essere dichiaratamente un prelievo forzoso
    1)a maggior ragione bisognava dare ampio risalto alla notizia
    2)manca totalmente l'equita' (chi ci ha perso molto chi poco)
    A chi si puo' chiedere di intervenire?

    RispondiElimina
  86. cercate in facebook il gruppo INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA ed iscrivetevi.
    Occorre organizzarsi e raccogliere le idee al più presto, non perdiamoci di vista !!

    RispondiElimina
  87. Sul sito di FEDERCONTRIBUENTI ci sono notizie inerenti la prescrizione della lira, consultatelo.

    RispondiElimina
  88. Oggi per la prima volta in tv ne hanno parlato alla trasmissione "Occhio alla Spesa".. speriamo sia un inizio..anche se purtoppo anche loro hanno detto che solo il Governo può far qualcosa..e dubito molto che torni sui suoi passi..

    RispondiElimina
  89. Finalmente qualcuno ne ha parlato! Dobbiamo assolutamente unire le forze e agire, più lasciamo correre i giorni e peggio sarà. Dobbiamo individuare una persona o un’associazione esperta in materia che sappia procedere secondo l’iter giusto, è inutile limitarsi a piangere. Se qualcuno ha qualche idea si faccia avanti. Qualche settimana fa ho contattato la Federcontribuenti ma non ho più avuto notizie sugli sviluppi della questione.

    RispondiElimina
  90. Parliamo più che possiamo se siamo ancora in uno Stato di Diritto...Se per i nostri governanti i soldi non contano è solo perchè non se li sudano!Non apprezzano pertanto il sacrificio fatto per tanti anni e quello che ancora stiamo patendo per mantenere loro e l'euro. VERGOGNA.
    la mia mail è brunilde.bove@gmail.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale stato di riritto !!!!!!!!
      questa è una dittatura camuffata da democrazia !!!!!!!
      sveglia

      Elimina
  91. Tralasciando ogni ulteriore commento, in quanto la questione è stata già ampiamente trattata dagli intervenuti al forum, che ne pensate di interessare della cosa la trasmissione LE IENE?
    Hanno spesso affrontato vicende di soprusi trattando con i diretti interessati. Attendo vostri post in merito o magari proposte di soluzioni alternative.

    Firmato UNO DEI TRUFFATI (avrei dovuto cambiare in euro circa 2 milioni di lire).

    RispondiElimina
  92. questo è il link x la segnalazione alle IENE:

    http://www.iene.mediaset.it/form/1/dillo-alle-iene.shtml

    RispondiElimina
  93. Mi associo anche io...sono anchio una vittima di questa disinformata vicenda...se puo servire la mia email fioreas@tin.it..

    RispondiElimina
  94. doratp@libero.it5 gennaio 2012 18:36

    Capisco che in questo momento ci sono cose più importanti di cui parlare, però anche i nostri piccoli risparmi credo debbano essere considerati importanti e non capisco il perchè del silenzio totale di tutti gli organi di informazione e dei vari partiti nonostante siano stati abbondantemente informati. Forse perchè contiamo poco? Come mai allora al momento delle elezioni tutti si ricordano che esistiamo? Ci riempiono le cassette della posta con le loro belle e sorridenti facce. Coloro che dovrebbero tutelarci e fare delle battaglie in nostra difesa sono diventati fantasmi? AuGURI DI BUON ANNO A TUTTE LE PERSONE ONESTE

    RispondiElimina
  95. cari amici truffati, come me, dall'art.26 del decreto legge numero 601 del 6 dicembre 2011, questa mattina mia madre, pensionata di 68 anni vedova, mi ha consegnato un vecchio barattolino di latta, di quelli che portano una fessurina sul lato superiore: si insomma un salvadanaio... lei pensava fosse vuoto o, comunque contenesse solo qualche monetina. Apparteneva a mio padre deceduto nel 2001. Con sorpresa ho scoperto che conteneva, oltre ad una decina di monete da 1.000 lire, anche delle banconote. Man mano che lo aprivo scoprivo con sempre maggiore stupore che conteneva diverse banconote da 100.000 lire frutto dei risparmi di mio padre forse tenuti nascosti a mia madre per i momenti di necessità. quando ho finito di contarle sono rimasto stupefatto dalla cifra: circa 4.000.000. Lo stupore però si è trasformato subito in rabbia e amarezza perché, consultando la rete, ho saputo dell’anticipazione del termine di prescrizione per il cambio delle lire. Che dire!? Sono confuso… ma a scuola non ci hanno insegnato che il rango di un decreto è inferiore a quello di una legge?! E poi, la decorrenza relativa alla pubblicazione sulla gazzetta Ufficiale? Ma allora siamo veramente nella repubblica delle banane?! Speriamo che il ricorso della Federcontribuenti riesca a far cambiare qualcosa altrimenti dobbiamo cominciare a mobilitarci. Sono favorevole a qualsiasi iniziativa per la difesa dei diritti della persone che lavorano e risparmiano onestamente e con sacrificio.
    Un saluto a tutti.
    La mia mail : ltomacelli@libero.it

    RispondiElimina
  96. Ragazzi mandate l'email a sos gabibbo e le iene piu siamo meglio speriamo di risolvere sto problema

    RispondiElimina
  97. avete già detto tutto e condivido rabbia e disgusto per l'esempio di correttezza che ci è stato regalato. Davvero credo si debba TUTTI segnalare la cosa a LE IENE come dice chi ha scritto prima di me. Io ho provveduto.

    RispondiElimina
  98. Iscrivetevi al gruppo facebook "INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA",
    stiamo raccogliendo adesioni, in favore di una azione legale promossa da FEDERCONTRIBUENTI.
    Iscrivetevi, e riceverete tutte le info a riguardo.

    RispondiElimina
  99. salve, vorrei anche io se possibile notizie su come fare, se c'è un modo per avere indietro il controvalore delle lire rimastemi.

    grazie a tutti. giubly@gmail.it

    RispondiElimina
  100. Monti sta truffando l'Italia a favore di interessi stranieri. A lui dell'Italia e degli Italiani non gliene frega niente. E' un traditore e va rimosso come Saddam Hussein o Gheddafi

    RispondiElimina
  101. Chi non l'avesse ancora fatto, contatti urgentemente la Federcontribuenti che vi invierà, come a me, un prospetto dettagliato delle iniziative da portare avanti (diffida al Ministero dell'Economia e delle Finanze ed eventuale azione giudiziaria). Occorrono tante adesioni! Ecco i recapiti: tel. 06 98356829 e-mail info@federcontribuenti.it

    RispondiElimina
  102. sono molto interessata alle iniziative di Federcontribuenti e vorrei essere aggiornata sul da farsi.

    RispondiElimina
  103. che amarezza..e' morta mia madre nel dicembre 2011 e anche io ho trovato un piccolo salvadanaio di mille lire...ma come si puo' fare una legge del genere e far si che sia approvata piu' velocemente della luce???????

    RispondiElimina
  104. davvero una cosa assurda!
    a saperlo uno si organizza, ma le leggi fatte così sono una vera violazione...

    RispondiElimina
  105. CHIAMATE TUTTI LA FEDERCONTRIBUENTI E FATE CIO' CHE CONSIGLIANO!

    RispondiElimina
  106. Anche io sono vittima di questa assurda truffa dello Stato, proprio in questi giorni mio padre scovando in cose vecchie ha trovato soldi in lire pari a 3.800.000 Lire. anche io sapevo che il cambio poteva essere effettuato sino al 29/02/2012, ma non sapevo fosse stata anticipata questa data dal Sign. Monti !
    Comunque vi lascio la mia e.mail sperando che qualcuno possa darmi delle info a riguardo!
    ralfchaz@live.it

    RispondiElimina
  107. Ciao .. Sei in ogni tipo di difficoltà finanziarie? Il vostro aiuto viene
    ora. Vuoi cercare finanziamenti per impostare la propria attività? MUTUATARI
    INFORMAZIONI I vostri nomi .... Il suo paese .... Stato: ... Phone
    Numero ..... Reddito mensile .... tua età .... Sesso ..... Importo
    Bisogno ... Durata: ... Impiego :.... Contatto E-mail: donardmorrisloanservice@hotmail.com

    RispondiElimina
  108. ANONIMO 224-01-2012 ACHE IO SONO UNA VITTIMA DI MONTI HA ANTICIPATO UNA SCADENZA IMPOSTA 10 ANNI FA IN UN NIENTE E POI X DECURTARE GLI STIPENDI DEGLI ONOREVOLI NON HA FATTO ANCORA NIENTE,MA ESISTE UN PEZZO DI MERD PEGGIO DI QUESTO.UNIAMOCI E FACCIAMOCI UN CULO GRANDE QUANTO UNA CASA

    RispondiElimina
  109. Verissimo che quello che ha fatto monti e' stato un colpo basso ma ci sono anche quelli che (conoscendo gli italiani) si sono disfati delle loro lire il giorno dopo che e' entrato in vigore l'euro.
    Questo e'il paese dove i comandanti scappano per prima e tutti li difendono.
    saluti e buona fortuna a fare causa allo stato.

    RispondiElimina
  110. Io ho scoperto di avere in soffitta da anni nei pacchi della nonna una grossa grossa cifra di lire. Sono andata alla banca d'Italia e mi hanno detto che non era più possibile che il caro Sig. Monti ha anticipato la data di chisura al 7 dicembre 2011. ma chi lo spaeva? Come è stata fatta circolare la notizia agli italianì? ma è uno schifo questo fatto. E' una ladrata dalle nostre case . Una vera truffa. Dobbiamo subito unirci e fare qualche cosa. Io ho chiamato la Confcontribuenti e mi hanno fatto fare una raccomandata alla Banca d'Italia. Non so a cosa servirà ma facciamo causa a questo stato che ci ha rubato soldi, perchè quando lo facciamo noi ci mettono in galera e ci fanno pagare interessi del 100%. Siamo gli unici al mondo ad aver fatto questo. Non esiste che modifichi il giorno prima e il giorno dopo metti in atto una legge senza dare il tempo a nessuno da venirne a conoscenza. E poi mi chiedo, perchè questi soldi devono andare all'erario? Loro sanno perfettamente quante banconote in lire ci sono ancora in circolazione. Sanno tutto . Sono ladri!!
    Se avete novità fatelo sapere. e uniamoci per fare il CASO

    RispondiElimina
  111. Ricordo quanto indicato più su in un post.

    Su Facebook c'è una pagina - INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA - alla
    quale potremmo iscriverci tutti per contarci e dare forza al
    ricorso.

    Questa azione del governo è stata una vera PORCATA.

    RispondiElimina
  112. ... un consiglio: informate del ricorso tutte le persone che conoscete via mail. 2500 miliardi di lire sono una montagna di soldi, non possono essere in poche tasche, bisogna quindi far propagare l'informazione velocemente.
    Se ipotiziamo che mediamente ogni persona toccata dal provvedimento del governo è in possesso di 1 milione di lire, significa che i cittadini coinvolti sono 2,5 milioni !! cioè il 5% della popolazione. Chissà quali saranno le scelte alle prossime elezioni !! Ci avranno pensato bene i nostri politici ?

    RispondiElimina
  113. Mi aggiungo anche io. Se qualcuno avesse novità in merito. Mia mamma mi ha lasciata da un mese e ho trovato delle lire che aveva da parte. leasig@hotmail.it

    RispondiElimina
  114. sono entrato in possesso di lire e ho avuto la fregatura anche io.Sara' possibile apportare una modifica a questa stronza di legge????????????SE Qualcuno sa come fare mi risponda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutti sulla stessa barca, unitevi a noi sulla pagina di Facebook " Ingiusta prescrizione della lira" oppure scrivete a: info@federcontribuenti.it

      Elimina
    2. mi può mettere il link della pagina facebook?? grazie mille

      Elimina
    3. non trovo la pagina su facebook

      Elimina
    4. la pagina si chiama INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA

      Elimina
  115. ho appena scritto alla federcontribuenti. proverò anche a telefonare. monti ha fatto un danno di decine di milioni alla mia famiglia. ho parlato con un avvocato che mi ha prospettato un iter difficilissimo e molto costoso. il problema principale è che un ricorso, secondo il legale va fatto entro 60gg dalla data di pubblicaz del decreto, qnd entro il 4 o 5 febbraio 2012. ma non è possibile calare sempre le corna a simili ingiustizie. c'è chi chiede il risarcimento dei danni per roba come la 'vacanza rovinata' e qui invece si sta impunemente rovinando la vita di intere famiglie, impoverite da un simile provvedimento... reagiamo!

    RispondiElimina
  116. Anche io ho un po' di soldini in lire che non riesco a cambiare....prendiamo qualche provvedimento!!! Aspetto notizie, nel frattempo vediamo su facebook... Help
    isabelladigregorio@libero.it

    RispondiElimina
  117. Per questa faccenda vorrei che chi ha la possibilità,facesse presente a tutti che il tanto chiacchierato Berlusconi, non avrebbe mai fatto una cosa così infame verso i suoi cittadini,le sue manovre sono state sempre a favore dei deboli e non dei ricchi: ha aumentato le pensioni di vecchiaia, ha dato i soldi per il primo figlio,borse di studio e buoni libri per gli indigenti,ha dato lavoro con le sue reti televisive ecc...ecc...ma noi italiani lo abbiamo sempre denigrato solo per il fatto che facesse sesso...ma perchè non è un uomo?E poi perchè non avrebbe dovuto fare la bella vita se già era ricco da tempo? Il nostro professore invece ha fatto una manovra solo a danno dei cittadini non solo per lo sgambetto del cambio della lira...ma anche per le altre cose. I veri uomini prima di farti del male hanno il coraggio di avvisarti almeno ....per dare il tempo all'attaccato di difendersi.Mio padre aveva conservato delle lire da nostalgico e credeva che un giorno fossero ritornate in circolazione...si è ammalato e sapendo che per la fine dell'anno sarebbe morto,non gliele abbiamo tolte,pagando le sue cure con i nostri poveri risparmi,ma quando è morto per un tumore all'improvviso siamo rimasti senza le lire e pieni di debiti in euro. Bravo al nostro PREMIER....la giustizia non esiste perchè questa non è una manovra è una truffa ai danni degli inconsapevoli cittadini. Chiediamo aiuto a chi di dovere,facendo una petizione oppure una conferenza stampa.

    RispondiElimina
  118. Mi aggiungo con i due milioni tenuti da parte pronti per il cambio a febbraio e destinati come regalo alle mie figlie. Intollerabile un simile abuso ai danni dei soliti cittadini certamente non troppo ricchi, non troppo altolocati, non troppo considerati e con sempre meno voce in capitolo. Perchè non sostituiscono questa cosa con la famosa patrimoniale destinata ai super ricchi? Forse perchè si vanno a toccare gli interessi dei soliti intoccabili? Cara signora ministro in lacrime provi a pensare cos'altro state facendo per peggiorare la situazione di tanti cittadini che avevano risparmiato? Con che diritto vi permettete di rubare così spudoratamente? Nessuno dovrebbe permettersi di sottrarre denaro sudato e risparmiato da tanti per coprire buchi neri creati da pochi privilegiati che con furti legalizzati,interessi personali, arricchimento indebito hanno portato questa povera Italia nella situazione in cui si trova

    RispondiElimina
  119. Volevo aggiungere anche il mio piccolo commento agli innumerevoli sopra, più sfortunati di me.
    Avevo 200 mila Lire in un cassetto, lo scorso settembre 2011 ho chiamato la Bancaditalia di Milano per saper gli orari etc, e un impiegato mi aveva detto "stia tranquillo ha tempo fino a febbraio 2012". Menomale, mi son detto, io che pensavo che il termine scadesse addirittura il 1 gennaio 2012. Beh insomma poi ho sentito di sfuggita la notizia del tizio che aveva trovato 'sti 200 milioni di lire e non poteva più cambiarli e ho pensato: "Stronzate da TG, figuriamoci il termine è a febbraio 2012!" Oggi volevo chiamare ancora la Bancaditalia ma ho trovato l'avviso sul loro sito e poi questo BLog... non ho parole! Già prima odiavo il governo Morti e i partiti Canaglia che lo sostengono, ora ho un motivo in più... Per favore, almeno ricordatevene alle prossime elezioni politiche, sempre se ci saranno ancora elezioni o se Morti cambierà anche la durata delle legistlature prolungandola all'infinito!

    RispondiElimina
  120. Sono Lucio,anche io sono rimasto fragato ho circa 700.000 lire mi unisco a voi.
    l.barisano@tiscalinet.it

    RispondiElimina
  121. cercate la pagina facebook INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA ed iscrivetevi!

    RispondiElimina
  122. Troverete importanti novità nella pagina facebook INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA.
    Raccolta adesioni per azione legale collettiva entro il 15/febbraio.

    RispondiElimina
  123. e meno male che la persona poco corretta era Berlusconi, ora poco corretti secondo mè, sono chi ha voluto questo stato di cose e ci sguazza a discapito dei contribuenti.
    Quanta povera gente ci sarà, che gli sono rimaste delle lire, e con la crisi avevano la necessità di cambiarli ?
    Ricordatevi che il lupo perde il pelo ma non ilvizio.

    RispondiElimina
  124. Proprio oggi mia madre si è recata in banca per info sull'imminente scadenza della conversione lira/euro e ha fatto l'amara scoperta, confermatale poi dalla filiale della Banca d'Italia. L'importo da cambiare è modesto (circa 200.000 lire), ma fa imbufalire che ci si prenda gioco dei poveri contribuenti violando palesemente il dettato normativo. E tutto questo poi in un periodo di grave difficoltà economica in cui anche la disponibilità di piccole somme torna utile. Ringrazio questo forum per la preziosa indicazione sull'azione portata avanti dalla Federcontribuenti, che provvederò a contattare. Per il momento mi sento solo di dire: Grazie Presidente Monti per aver giocato questo tiro mancino ai sudditi italiani!

    RispondiElimina
  125. ITALIA = REPUBBLICA DELLE BANANE E PER DI PIÚ MARCIE! Sapeste quanta gente che come me vive all'estero non ne sa nulla! E ANCHE SE PER ME SI TRATTA SOLO DI 20 EURO NON DIMENTICHERÓ! TANTO PER COMINCIARE IN FUTURO LE MIE VACANZE LE FARÓ ALTROVE PERCHÉ DOPO IL TURISMO LA SECONDA ENTRATA DELLO STATO E DEI SUOI PAPPONI SONO LE RIMESSE DI NOI EMIGRATI. EBBENE GLI VADO IN CULO!!!!! IL MONDO É BELLO ANCHE ALTROVE!

    RispondiElimina
  126. MA QUESTO MONTI PUO' MAI ESSERE COSI' CRUDELE DA TOGLIERE UNA PROROGA KE TUTTI ATTENDEVANO PER CAMBIARE LE ULTIMA LIRE A ME MI HA INCULATO POCO PIU' DI OTTO MILIONI DI VECCHIE LIRE LADRO

    RispondiElimina
  127. Maledetto ladro.Anzi scusate...LADRI. Mi aggiungo, ho diverse lire che sono il frutto di sudore e sangue di chi mi ha preceduto e non mollero' l' osso costi quel che costi. Basta piegarsi alle infamie di chi fa il leone con le pecore. E poi, pensare che i soldi che lo stato sta incamerando servono anche e sopratutto per continuare a strapagare dirigenti, ladri, nullafacenti e mafiosi mi manda ancora piu in bestia. christian.parmisan@gmail.com

    RispondiElimina
  128. Se tutti partecipiamo all'azione legale della Federcontribuenti forse riusciamo ad ottenere qualcosa! Io ci sto stateci anche voi!

    RispondiElimina
  129. INDIRIZZO DEL GRUPPO FACEBOOK
    "INGIUSTA PRESCRIZIONE LIRA"
    https://www.facebook.com/#!/groups/258912407506686/

    RispondiElimina
  130. E’ stata aperta una discussione sul forum ADUSBEF: “Ingiusta Prescrizione Lira” per raccogliere e diffondere le informazioni sull’argomento oltre a quanto si sta già discutendo su Facebook.

    http://forum.adusbef.it/leggi.asp?id=337429

    RispondiElimina
  131. Stiamo inviando alla Commissione Europea una denuncia sulla violazione del diritto comunitario da parte dello Stato Italiano e spero che anche voi interessati al ripristino della possibilità di cambiare Lire in Euro potete fare. Alla Comunità Europea una denuncia può essere effettuata via e-mail (Stampate la lettera e firmate e dopo di che fate lo scan ed allegatelo al mail) all'indirizzo G-PLAINTES@ec.europa.eu
    come soggetto All’Attenzione del Segretario Generale della Commissione Europea

    La lettera può essere del tipo

    All’Attenzione del Segretario Generale della Commissione Europea

    Oggetto
    Violazione del Diritto Comunitario da parte dello Stato Italiano

    Egregio Segretario con la presente porgo alla Sua attenzione una denuncia sulla violazione del diritto comunitario da parte dello Stato Italiano, che ha privato i cittadini Europei di esercitare il diritto di conversione delle banconote in Lira in loro possesso in Euro, a causa della mancata ed inadeguata informativa sulla nuova normativa di legge in materia che era in procinto di introdurre.
    Il Decreto Legge 201/2011 Art 26, pubblicato immediatamente sulla Gazzetta Ufficiale Italiana n. 284 del 6 /12/2011 esercita la confisca delle Lire in possesso dei cittadini europei, con immediata prescrizione a favore dell’Erario Italiano e cancella il diritto allo stesso cittadino di poter effettuare il cambio in Euro nei termini di legge in vigore.
    Tale Violazione del diritto di cambio Lira – Euro, viene altresì associata ad un’appropriazione indebita di beni privati, essendo le Lire in possesso di questi cittadini Europei un capitale in status, previo loro cambio in Euro, sino alla data del 28-Febbraio 2012 in base alla precedente Normativa BCE e alla Legge Finanziaria Italiana per il 2003 (Art. 87) che ha previsto
    la possibilità di convertire in euro le banconote e le monete in Lire presso le filiali della Banca d’Italia non oltre il 28 febbraio 2012;
    Quindi il sottoscritto chiede a Lei e alle Autorità presupposte di farsi garante dei diritti dei cittadini Europei ed intervenire presso il Governo Italiano affinché possa riformulare i termini di prescrizione (con eventuale slittamento della data del 28-02-2012) e permetta a noi cittadini Europei di usufruire del diritto di cambiare i risparmi posseduti in Lire in Euro
    Cordiali saluti
    Firma
    Nome Cognome
    Indirizzo xxxxxxx
    Città xxxxxxx
    Paese Italia
    e-mail xxxxxxxx
    Recapito telefonico +39 xxxxxxxxxxx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. INDIRIZZO CORRETTO: SG-PLAINTES@ec.europa.eu

      Elimina
  132. Entro domani 28/2/2012 è necessario che chi ha delle lire da cambiare in euro si presenti in Banca d'Italia con le lire da cambiare per farsi rifiutare il cambio, quindi chiedere ai carabinieri presenti in banca di verbalizzare il rifiuto operato dalla banca.

    In tal modo ci si tiene la strada aperta per i vari ricorsi (Federcontribuenti o altri) dimostrando che si è fatto tutto il possibile per farsi cambiare le lire entro la data originaria di prescrizione.

    RispondiElimina
  133. Anch'io chiedo,gentilmente, di poter essere informato,in quanto ho 1.400.000 di lire,che proprio questa mattina la Banca d'Italia di Grosseto ha rifiutato di cambiarmi.La mia email è :umberto.rio@libero.it

    RispondiElimina
  134. http://www.federcontribuenti.it/news/1492-conversione-vecchie-lire-notificato-atto-di-diffida-.html

    RispondiElimina
  135. Ci sono novità riguardo al cambio? Le denunce vanno avanti?

    RispondiElimina
  136. Ho fatto ricorso con la Federcontribuenti, nei termini prescritti, contro il provvedimento monti, ma non ho più saputo nulla a distanza di un anno...ogni volta che telefono all'associazione mi viene risposto che la questione è in mano agli avvocati e che saranno loro ad avvisarci...finora nessuna notizia...mi chiedo: "Ma come è possibile che tutte le cose in questo sciagurato Paese svaniscono nel nulla e non c'è mai una risposta chiara ed esauriente a tutto ciò che accade?" ...se qualcuno è al corrente di novità, e se c'è ancora qualche minima possibilità di recuperare i nostri soldi, persi ingiustamente, per favore ci informi...grazie

    RispondiElimina
  137. Se il termine era il 28 febbraio e non il 6 dicembre, a seguito dei ricorsi, lo Stato dovrebbe almeno riconcedere i rimanenti 84 gg. per il cambio..
    Comunque si dovrebbe poter cambiare presso la REPUBBLICA DI SAN MARINO, che non ha previsto alcun termine..
    Ovviamente se questa non fosse succube della Repubblica che la circonda..

    RispondiElimina
  138. non ho letto tutti i commenti ma se può interessare allego articolo relativo a ricorso basato sulla (presunta) decorrenza del termine decennale di decadenza/prescrizione dal momento del ritrovamento http://www.ilrestodelcarlino.it/pesaro/cronaca/2014/03/12/1038096-cento-milioni-lire-cambio-banca-italia.shtml

    RispondiElimina

Post più popolari